• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Ven05242024

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Città Tutte le Notizie Avellino Attualità OSPEDALE ARIANO. NUOVA TECNOLOGIA E CONCORSI PER PRIMARI

OSPEDALE ARIANO. NUOVA TECNOLOGIA E CONCORSI PER PRIMARI

ariano-ospedale-ingresso_185x115
Ariano Irpino (AV) - Non c'era all'ospedale di Ariano S. Ottone Frangipane il nuovo manager, Sergio Florio, all'apertura del corso di formazione su "Risk management e controllo del rischio infettivo". Ma al suo posto, il direttore sanitario, Oto Savino, ha fatto ugualmente delle comunicazioni molto importanti: ci sarà il potenziamento tecnologico e informatico all'ospedale "S. Ottone Frangipane". Ma non solo. Anche l'avvio dei concorsi per l'assunzione di nuovi primari. "Con la nomina del nuovo manager dell'ASL, al quale formuliamo gli auguri di buon lavoro - ha spiegato Savino

- si va definendo anche la strategia per il rilancio della struttura arianese. Il manager Florio mi ha incaricato di comunicare che l'ospedale di Ariano sarà
interessato subito da un processo di potenziamento tecnologico, partendo innanzitutto dall'istallazione di una risonanza magnetica di ultima generazione. Non ci sarà alcun trasferimento dell'impianto attualmente allocato a Sant'Angelo dei Lombardi. Ma una nuova e moderna struttura. Così come si procederà all'acquisto di nuove attrezzature per la dialisi, l'ortopedia e le sale operatorie. Insomma, l'obiettivo è quello di fare in modo che l'ospedale assicuri i servizi previsti per un Dea di secondo livello. Altra notizia confortante è quella relativa alle aspettative del personale dirigente. Saranno attivate concretamente le unità operative semplici. In pratica si aprono spazi di carriere e di riconoscimenti per diversi dirigenti sanitari. Ma soprattutto si aprono prospettive di crescita e riqualificazione dell'offerta ospedaliera, con riflessi positivi sull'utenza, che non deve essere costretta a rivolgersi altrove".