• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Ven05242024

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Notizie Editoriale Avviso ai Naviganti. I post dei commenti sono anonimi ma rintracciabili

Politica

Avviso ai Naviganti. I post dei commenti sono anonimi ma rintracciabili

angelo_corvino_185x115

Noto che nei post di commento agli articoli si sta intrufolando in modo latente il metodo subdolo dell'insinuazione calunniosa. A tal proposito in  redazione abbiamo ricevuto alcune lamentele. Ricordo ai commentatori che la modalità del commento anonimo è stata adottata per cercare di aumentare il dibattito e la dialettica, che non sono mai troppi quando si riferiscono alle idee, non certo per permettere impunemente a qualcuno di approfittarne per calunniare vigliaccamente le istituzioni o i tecnici, magari con il fine, neanche tanto recondito, di screditare una parte politica. Sempre per correttezza, anche nei confronti di chi corretto non si dimostra,

avviso che se per noi e per chi legge l'autore è anonimo, l'anonimato non è un concetto assoluto. Il sistema, infatti, registra per ogni post, l'IP della macchina che in quel momento viene usata per postare il commento. L'IP è noto a noi, ed è noto agli altri naviganti, a maggior ragione è noto ad eventuali inquirenti giudiziari. Ottenere il nome dell'intestatario della linea telefonica a cui è associato l'IP in un dato momento, per le autorità giudiziarie è un gioco da ragazzi, ci vogliono pochissimi minuti. Inoltre, una recente sentenza della Corte di Cassazione stabilisce che quanto affermato nei post pubblicati autonomamente nei siti web, come nel nostro caso, sono esclusiva responsabilità di chi li pubblica, nel momento in cui digita il codice di conferma. Quindi vi invito a continuare a commentare, ma astenervi da insinuazioni su presunti reati commessi o su presunte connivenze, oppure diffamando professionisti insinuando una loro presunta incapacità professionale, a meno che non abbiate le prove di ciò che affermate. 

C'è una profonda differenza tra il sacrosanto diritto di critica, anche feroce, ed il libertinaggio verbale che spesso, sopratutto nelle piccole comunità, porta ad affermazioni ed insinuazioni che ledono la dignità degli altri e peggiorano la convivenza sociale. Alla nostra redazione piace una comunità virtuale che sia capace di esprimere critiche sull'operato e sui progetti ma che contemporaneamente rispetti il prossimo in modo civile. 
Cordiali saluti e buona navigazione.