• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Sab05182024

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Città Tutte le Notizie Ariano Irpino Cronaca FURTI. CARABINIERI RECUPERANO REFURTIVA. 5 DENUNCE

FURTI. CARABINIERI RECUPERANO REFURTIVA. 5 DENUNCE

carabinieri_scritta_laterale_185x115
ARIANO IRPINO (AV) - Nel prosieguo dei numerosi servizi di controllo del territorio messi in atto su disposizione dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino e tesi principalmente a contrastare il fenomeno dei furti, i militari della compagnia di Ariano Irpino hanno recuperato la refurtiva di un furto in una tabaccheria e allontanato 5 cittadini stranieri tutti pregiudicati per reati contro il patrimonio; in particolare: I carabinieri di Greci (Av), attivati per una segnalazione di furto in una tabaccheria di Panni (FG), intercettavano nottetempo un'autovettura che transitava nello stesso comune,

 

all'atto dell'intimazione dell'alt i due occupanti abbandonavano l'autovettura fuggendo per le campagne. Dagli accertamenti eseguiti risultava che l'autovettura era stata asportata in serata nel Barese e che i malviventi stavano trasportando 71 stecche di TLE, monete di vario taglio per un ammontare di 635 euro ed vari utensili, proprio il materiale asportato presso la tabaccheria. La refurtiva, interamente recuperata è stata restituita ai legittimi proprietari. Sono in corso attività d'indagine per individuare i due ladri.
I militari di Bonito (Av) sorprendevano nei pressi di alcune abitazioni isolate nelle contrade di quel comune due cittadini Serbi, entrambi pregiudicati per reati contro il patrimonio, che non sapevano fornire valide giustificazione sulla loro presenza e pertanto a loro carico sono stati avviati due foglie di via obbligatori da quel comune.
Analogo procedimento è stato avviato dai Carabinieri di Vallata a carico di tre cittadini Rumeni, tutti pregiudicati per reati contro il patrimonio, in quanto sorpreso da militari aggirarsi a piedi nel centro di quel comune in prossimità di alcune abitazioni temporaneamente isolate.