• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Gio04252024

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Cultura Tutte le Notizie Italia GERARDO CARMINE GARGIULO

GERARDO CARMINE GARGIULO

gargiuloboygz7.jpg
avellinoexpresstz7.jpg

E' un cantautore irpino degli anni 70 ancora vivente. Leggete la scheda e, soprattutto, sentite la canzone che potete scaricare dal link


 

http://www.fileden.com/files/2007/5/8/1059251/Gerardo%
20Carmine%20Gargiulo%20-%20Avellino.mp3
  : esprime le sensazioni di un giovane emigrato che torna a casa in treno nel periodo natalizio. La canzone l'ho ascoltata per la prima volta al palazzetto dello sport ad Avellino e fu trasmessa dagli altoparlanti (in un tripudio di pubblico) prima del derby con il Napoli: la gradinata era completamente coperta da un enorme striscione sul quale campeggiava un Lupo che dominava il golfo di Napoli. Successivamente un tifoso si è preso la briga di fare una ricerca sul cantautore e l'ha postata.
Ve la rimetto di seguito...

















Biografia

Gerardo Carmine Gargiulo
(Solofra AV, 1950) è un cantautore, paroliere e compositore italiano.
Appassionato di musica, inizia a suonare la chitarra, e forma con l'amico Vincenzo D'Alessio il gruppo beat I Naufraghi, con cui inizia a suonare nei locali della sua regione.
Terminata quest'esperienza, decide di emigrare a Milano (come racconterà anni dopo nella canzone Il treno delle 21), dove riesce ad entrare in contatto con gli ambienti discografici, ed a firmare un contratto per la Ariston Records, dove ha la possibilità, oltre che di debuttare come cantautore nel dicembre del 1970, anche di scrivere canzoni per alcuni artisti della casa discografica, come Ornella Vanoni, Anna Identici, Giovanna o Rinaldo Ebasta, collaborando con altri autori come il maestro dell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano Corrado Conti, il cantautore Claudio Rocchi e Gianni Argenio
Per la Ariston pubblica poi tre 45 giri, che gli fruttano le prime apparizioni televisive.
Passa poi alla EMI, con cui incide solo un 45 giri, dopodichè passa ad una nuova casa discografica, fondata dall'ex cantante dei Rokes Shel Shapiro e dai discografici Alessandro Colombini (con cui aveva già collaborato all'Ariston) e Silvio Crippa, con l'intenzione di scoprire nuovi talenti o valorizzare artisti che, pur avendo anni di esperienza, non avevano ancora raggiunto il successo; ed è proprio con questa casa discografica che Gargiulo ha finalmente la possibilità di incidere un LP.
Il disco, intitolato Avellino Express, è un bell'album che passa da canzoni intimiste a brani ironici, come Invidia che, inizialmente, viene scelta come canzone di punta ed è molto trasmessa dalle radio private: nel testo Gargiulo si rivolge all' eletta schiera dei suoi colleghi cantautori, raccontandone in maniera bonaria i difetti.
Musicalmente è molto curato: inciso agli Stone Castle Studios di Carimate, vede la presenza di musicisti come il jazzista Giancarlo Porro, il batterista Ellade Bandini, il chitarrista Andrea Sacchi e uno dei componenti dei Maxophone, il tastierista Roberto Giuliani.
Nel 1982 partecipa al Discoverde, una manifestazione legata al Festivalbar, con una canzone tratta dall'album, Una gita sul Po: il brano riscuote un buon successo, e viene anche pubblicato su 45 giri (uscita non prevista al momento del lancio del 33).
È ancora oggi sicuramente la sua canzone più nota.
A causa del fallimento della Spaghetti Records la sua attività nel mondo musicale subisce uno stop, e Gargiulo ne approfitta per concludere gli studi ed iniziare la professione di avvocato.
Riprende poi a scrivere canzoni negli anni '90, collaborando in alcune occasioni con Paolo Limiti (ad esempio per la sigla della trasmissione TV "Alle due su Rai 1").
Vive a Rozzano, in provincia di Milano, il paese dove è nato e cresciuto Biagio Antonacci

Discografia

33 giri
Ottobre 1981 - Avellino Express (Spaghetti Records, ZPLSR 34149)

45 giri
Ottobre 1973 - Per quattro soldi/Maria la bella (Ariston Records, Ar 0598; inciso come Gargiulo)
Settembre 1974 - Se questo fosse amore/Tua sorella (Ariston Records, Ar 0633; inciso come Gargiulo)
Giugno 1975 - Ma che razza di amore/Se questo fosse amore (Ariston Records, Ar 0674; inciso come Gargiulo)
Novembre 1976 - Mi arricordo/Napule more (EMI Italiana, 3C006-18205)
1982 - Una gita sul Po/L'espresso delle 2 (Spaghetti Records, ZBSR 7290)

Compilation

Dicembre 1970 - Le canzoni dei cantautori (Ariston Records, AR 20120; compilation che racchiude le canzoni di alcuni cantautori dell'Ariston, tra cui Gargiulo che canta Io vendo tutto e compro il sole e E' soltanto illusione, mai ripubblicati su altri supporti)

da http://of999av.forumfree.net/?t=23150624