• Irpino.It
  • Home
  • Politica
  • Attualità
  • Cultura
  • Cronaca
  • Città
  • Territori
  • Sport
  • Multimedia
  • Speciali

Ven05242024

Last updateVen, 15 Gen 2016 10pm

Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Feed

Back Sei qui: Home Città Tutte le Notizie Ariano Irpino Attualità SINDACALE. L'AMU REPLICA ALLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA SUI RITARDI DELLA 14ESIMA

SINDACALE. L'AMU REPLICA ALLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA SUI RITARDI DELLA 14ESIMA

ariano_amu_185x115
ariano_autobus_185x115
ARIANO IRPINO (AV) - "L'attuale Cda dell'Amu, per mera precisazione, si è insediato circa 5 mesi fa, e si è trovato una situazione debitoria importante e di conseguenza si è attivato per impegnare le risorse possibili al fine di superare l'indebitamento - scrive il CDA della municipalizzata dei trasporti di Ariano -. Non da poco l'Amu ha dovuto provvedere al pagamento dei fornitori che minacciavano l'interruzione della fornitura del carburante, fatto di una gravità sostanziale che l'azienda dovuto affrontare. Il nuovo cda si sta impegnando notevolmente per l'estensione dei servizi e per il controllo

della spesa: in merito alla gestione dei parcheggi il cui affidamento è in dirittura d'arrivo, perché già deliberato dal comune. Inoltre l'azienda ha provveduto alla bonifica dell'area di Scarnecchia con apertura al parcheggio per mezzi pesanti e all'attivazione del lavaggio dei mezzi propri con notevole risparmio economico. Non da poco ha stilato il contratto per l'installazione di una antenna di telefonia mobile che porterà un utile di 17 mila euro all'anno. Riguardo al taglio del capitale sociale, alla debitoria in cui versa l'azienda, tutto si riferisce ad un periodo nettamente precedente alla attuale gestione, quindi un attacco del genere risulta strumentale e ingrato nei confronti di un gruppo che sta lavorando per il mantenimento dei posti di lavoro. E questo se si considera che la provincia è assente, nonostante le sollecitazioni sulla problematica.

Si aggiunga che questo cda è stato sempre disponibile al confronto con i lavoratori e le sigle sindacali, e il motivo per cui non ha promosso un incontro fino questo momento era legato al fatto che si aspettava di risolvere prima le questioni più urgenti già citate e poi giungere ad un accordo concreto. Il cda si è battuto e si batte per la sopravvivenza dell'Amu e per la conservazione di tutti i posti di lavoro. Ed allora fa specie sentire dire, in un momento in cui altre aziende come Iribus, Comunità montana ed altri, i cui dipendenti per la maggior parte licenziati o in cassa integrazione non percepiscono nessuna spettanza mensile, che i dipendenti e le rappresentanze sindacali alzino tutto questo polverone perché c'è un ritardo nel pagamento della quattordicesima, dove in un settore come quello pubblico vi è il rischio di non avere nemmeno il mensile. Si aggiunga che l'Azienda ha sempre onorato ogni pregressa spettanza ai lavoratori e non si aspettava una risposta del genere, oltretutto irrispettosa nei confronti di chi sta cercando di risolvere problematiche vitali per l'azienda e si rifiuta di adottare la politica del " tiriamo a campare".